Ricostruzione

TONER

La ricostruzione dei TONER avviene seguendo meticolosamente il seguente procedimento:

  • Smontaggio completo
  • Controllo elettrico e meccanico
  • Svuotamento e pulizia di tutti i pezzi della cartuccia con appositi aspiratori e prodotti specifici
  • Valutazione e Sostituzione delle parti interne usurate o soggette ad usura
  • Riempimento serbatoio con toner seguendo la grammatura e la composizione originaria
  • 
Riassemblaggio della cartuccia
  • Sostituzione micro chip
  • Test finale dinamico
  • Imballaggio e sigillatura

RiStampa è specializzata nella ricostruzione di toner originali, da avviare al riutilizzo, di quasi tutte le marche.

Il toner laser originale viene completamente Ricostruito attraverso il processo di "Ricostruzione Totale", ovvero tramite la sostituzione dei pezzi meccanici usurati, (micro chip, lame, tamburi, rulli e PCR) con pezzi completamente nuovi.

Viene Ricaricato e riportato alle sue originali potenzialità numeriche di stampa e la resa dei colori è identica all'originale. Il prodotto viene da noi Testato e controllato prima della sua commercializzazione, offrendo così, un prodotto assolutamente Garantito.

L'uso del toner ricostruito dà molti vantaggi: aumenta le potenzialità di una singola cartuccia, evita la produzione di rifiuti non biodegradabili e permette di risparmiare fino al 60% rispetto all'acquisto di una cartuccia originale.

Per Toner si intende una polvere finissima contenente particelle di carbone, ferro e resina. Nel processo di stampa laser, utilizzato nelle fotocopiatrici ed in alcune stampanti, il toner si imprime sulla carta costituendo il testo e le immagini stampate. Inizialmente il toner nero conteneva una elevata percentuale di Carbon Black, un estratto del petrolio, oggi, i toner di ultima generazione hanno drasticamente ridotto questa percentuale, portandola a valori che oscillano tra il 5 e il 15% nella costituzione della particella. Diverso il discorso per i toner a colori, infatti in essi il carbon black è completamente assente, sostituito da pigmenti organici o metallo complessi.

Le particelle di toner tendono ad essere sempre più piccole e fini, più la particella è fine, maggiore è la sua resa di stampa. L'obiettivo del mercato del toner infatti, è quello di raggiungere man mano particelle sempre più fini, che, oltre a garantire una resa maggiore in fase di stampa, danno una minore incidenza di problematiche sul tamburo fotosensibile, sul fusore e sulle lame di dosaggio.